Menu

Recensione di Federica Dell’Isola su Ukizero

Sweet HomeEra un po’ che non ascoltavo qualcosa di diverso ed interessante.
Veramente un bel po’.


Poi mi sono imbattuta in questo Ep degli Ohm Sweet Ohm, e la mia sete di novità è stata finalmente soddisfatta.
Gli Ohm Sweet Ohm creano musica con influenze Trip Hop, DubStep, Electro, ma senza copiare nulla da nessuno, e vi assicuro che questa è cosa molto rara.
La voce onirica e il suono ipnotico del didgeridoo, antichissimo strumento suonato dagli aborigeni australiani, uniti ai beat tipici della musica elettronica, creano un’atmosfera inusuale che unisce la musica di strumenti tribali con le sonorità tipicamente urbane.
L’intero Ep è estremamente interessante, variegato ma sempre fedele al sound che gli Ohm Sweet Ohm vogliono da subito imporre come il “loro” sound.
Un consiglio, diffondetelo in casa mentre preparate la cena dopo una giornata di lavoro, l’effetto relax è assicurato.

[Leggi l'intervista su Ukizero]

This site uses cookies to improve the browsing experience of users and to gather information on the use of the site.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies click on "More information"
By closing this banner, scrolling through this page or by clicking any of its elements you consent to the use of cookies.

X

Right Click

No right click